Ha truffato un incauto compratore, facendosi consegnare 150 euro di caparra per una moto mai consegnata e, in più, gli ha fatto fare due viaggi a vuoto fino a Marina di Ragusa (il primo dal Napoletano, dove la vittima risiede, il secondo da Enna). Il raggirato, giustamente furioso, ha denunciato tutto ai carabinieri della stazione di Marina di Ragusa, che hanno facilmente individuato il responsabile: si tratta di un 22enne di Licata, le cui iniziali sono R.G., allo stato irreperibile, ma già noto per reati simili, quindi denunciato in attesa di essere rintracciato dai militari. 

Su un celebre sito web di annunci era stata pubblicata l'inserzione per la vendita di una moto usata. Il rivenditore (che lavora in una concessionaria di veicoli usati), aveva visto l'annuncio e, ritenendolo interessante, aveva contattato il venditore. I due si sono accordati sul prezzo e sulle modalità di ritiro del veicolo e il compratore aveva anticipato una caparra di 150 euro, accreditandoli sulla carta di credito ricaricaile del venditore. Il resto è ciò che abbiamo già raccontato. 

Le indagini hanno rivelato che il truffatore aveva già imbrogliato altre otto persone, vendendo sette auto e addirittura un pappagallo.