01Conservatorio di Palermo: Beethoven e nuove musiche per l'inaugurazione 2016

 

Al via da lunedì 14 marzo la nuova rassegna musicale promossa dal Conservatorio di Palermo che, alle ore 20:30 presso la Sala grande del Teatro Massimo, inaugurerà la propria Stagione concertistica 2016 con l'Orchestra Sinfonica “Vincenzo Bellini” diretta per questa occasione da Carmelo Caruso.

 

In programma due tra le più celebri opere per orchestra di Beethoven: la Sinfonia n. 5  in do minore op. 67 e ilTriplo concerto” in do maggiore op. 56 che vedrà la partecipazione solistica del Trio Arté, ensemble nato dall'iniziativa di tre giovani musicisti e formato da Mirko D'Anna (violino), Giorgio Garofalo (violoncello) e Valentina Casesa (pianoforte), tutti provenienti dalle classi di strumento del Conservatorio.

 

Accanto ai due capolavori beethoveniani spazio a due musiche di recentissima composizione con il  Preludio sinfonico di Giuseppe La Rosa, docente del nostro Conservatorio, e al Preludio per orchestra di Enrico Fallea due brani in prima esecuzione assoluta, appositamente creati per questo evento inaugurale.

 

Preludio sinfonico si richiama al modello dell'ouverture della tradizione operistica di fine Ottocento, ed è strutturato in forma di Rondò e basato sul linguaggio della neomodalità. Così lo descrive l'autore «Il linguaggio neomodale è in grado di sfruttare la cantabilità della melodia che nella sua percezione acustica restituisce quadri emotivi, mantenendo saldi i principi dell'armonia e di imitazione: tutti questi elementi caratteristici della musica occidentale europea si ritrovano volutamente in questo brano. I modelli estetici e formali possono ricordare i lavori di compositori italiani quali Respighi e Casella, ma anche gli esordi di autori quali Petrassi e Dallapiccola: nella orchestrazione tale brano è certamente debitore degli insegnamenti di Debussy e Richard Strauss».

 

Il brano di Enrico Fallea, Preludio, è stato selezionato attraverso un concorso interno al Conservatorio appositamente indetto per gli allievi delle classi di composizione: «Pochi elementi sono alla base del brano: due frammenti che trovano sensi diversi in base alla loro collocazione sul pentagramma, processi di microvariazione rendono il materiale sempre nuovo all'ascolto. La struttura, liberamente ispirata all'intermezzo brahmsiano, assume in questo caso l'accezione di “attesa”, da qui il titolo di Preludio».

 

I biglietti per il concerto inaugurale della Stagione concertistica 2016 sono disponibili presso il botteghino del Teatro Massimo (posto unico € 8).

 

L'ingresso al concerto sarà libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Informazionie www.conservatoriobellini.it – T.  091.580921 – 091.582803

 

 

editoriaestampa@conservatoriobellini.it