01Maggior controllo agli utenti, è questa la risposta di Facebook all’indomani delle novità introdotte sia sulla versione desktop che mobile. Meno notizie e meno amici, in un click.

Non sarà più necessario disperarsi per il caos della propria homepage, rimarrà ormai solo quello della propria borsa, o della scrivania. Perché Facebook ha da poco introdotto delle novità che dovrebbero servire agli utenti per migliorare la fruibilità del servizio.
La rete sociale fondata nel 2004 a Cambridge, nel Massachusetts, era nata con lo scopo di connettere le persone di tutto il mondo sotto un’unica piattaforma fatta di categorie: dall’amico di sempre all’ex compagno di classe perduto, dall’amore delle elementari fino ai più recenti colleghi di lavoro.

In poco tempo, le aziende di prodotti e di servizi, hanno capito che i social network avrebbero fatto anche la loro fortuna, e così sono fiorite le pagine: ovvero luoghi che ospitano il profilo pubblico delle corporation; Facebook è dunque diventato presto un mezzo di comunicazione e informazione, al pari dei feed RSS, oltre che uno strumento di socializzazione, e un mezzo pubblicitario per le aziende; ma anche un modo come un altro di creare una connessione: una sorta di interfaccia tra pubblico utente e industria, la versione 2.0 dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico.

Ed è da questo risultato finale che sono nate le nuove modifiche; in un solo click dunque, si avrà la possibilità di ‘gestire la sezione notizie’: un discorso che vale per le pagine, ma anche per le persone e per i gruppi a cui si è iscritti.
La lista mostra infatti tutto ciò che è stato visualizzato nell’ultima settimana, e la fonte di riferimento; una volta entrati nel menù a tendina, si potrà dunque decidere di cambiarne le impostazioni, e in un solo attimo di ripristinarle.

La prima novità ha a che fare con la semplice eliminazione della persona, della pagina, del gruppo dalla propria lista di lettura, la seconda ha a che fare invece con la gestione del flusso di lettura. Con un semplice click sulla ‘v’ del lato superiore destro posto all’inizio di un post, sarà infatti possibile optare per un minor affollamento in homepage: per ogni persona dunque, ma anche per ogni gruppo o pagina, si potrà decidere se leggere e quanto di essi leggere, cosicché la prima pagina di Facebook non risulti un campo di battaglia.

Zuckerberg, il fortunato fondatore della piattaforma, cede il controllo all’utente finale; garantendo la possibilità al lettore e utilizzatore di personalizzare ciò che vede, egli non perderà ciò che desidera e Mark non perderà clienti. Dopo le recenti polemiche volte ad accusare la compagnia di spionaggio e di violazione della privacy, l’annuario telematico più famoso al mondo, ha deciso di buttarsi sulle news: «Le persone voglio avere più controllo», ha dichiarato Adam Mosseri, Product Manager dell’Inc. statunitense, che in una recente intervista al Wall Street Journal ha inoltre ribadito essere proprio questa una delle richieste più pressanti da parte dell’utenza che frequenta il social network.

Autore | Enrica Bartalotta