Sappiamo che al momento non esiste un vaccino contro Covid-19, ma l’attività di ricerca sta muovendosi a una velocità mai vista in passato. La rivista ‘Nature’ ha, infatti, censito in tutto il mondo ben 115 candidati vaccini, 78 attivi e 37 per i quali non si hanno informazioni.

Di questi candidati vaccini, cinque sono già in fase clinica: si tratta del candidato Niaid (National Institute of Allergy and Infectious Diseases) – Moderna Therapeutics (Usa); di un siero dell’Accademia di Scienze Mediche Militari di Pechino – CanSino Biologics (Cina); del prodotto di Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (Cepi) – Inovio Pharmaceuticals (Usa); di quelli di Shenzhen Geno-Immune Medical Institute (Cina, due candidati vaccini).

La notizia arriva da un focus dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive ‘Lazzaro Spallanzani’, che collabora con entrambe le società italiane che stanno lavorando alla realizzazione di un vaccino, Takis e ReiThera. È importante ricordare che “le tempistiche per mettere a punto i medicinali ed i vaccini sono difficili da prevedere”. Sulla base delle informazioni al momento disponibili e dell’esperienza precedente sui tempi di sviluppo dei vaccini, l’Ema (European Medicine Agency) stima che potrebbe essere necessario almeno un anno per avere pronto un vaccino contro Covid-19, approvato e sia disponibile in quantità sufficienti per consentirne un utilizzo diffuso.

Articoli correlati