L’ammiraglia della compagnia fa tappa in Sicilia.

  • Costa Crociere ritorna a Messina con Costa Smeralda.
  • È la prima nave della compagnia italiana a riprendere a operare nel 2021.
  • L’ammiraglia Costa è arrivata ieri da Napoli.

La voglia di rinascita prende la via del mare. Dopo l’arrivo della Msc Seaside a Siracusa, è la volta della Costa Smeralda a Messina. Si tratta della prima nave della compagnia italiana a tornare operativa nel 2021. L’imbarcazione è arrivata da Napoli, nell’ambito di un itinerario che toccherà anche Cagliari, Civitavecchia, La Spezia e Savona. Si fermerà a Messina ogni settimana, sempre il martedì, fino alla fine di giugno, per un totale di 9 scali. Dall’8 luglio, al posto di Costa Smeralda, arriverà Costa Firenze, la nuova nave ispirata al Rinascimento fiorentino: visiterà Messina 4 volte, 2 a luglio e 2 a settembre, il giovedì.

Costa Crociere a Messina

L’occasione del ritorno di Costa Smeralda a Messina è stata festeggiata a bordo della nave. Erano presenti il direttore generale di Costa Crociere, Mario Zanetti, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto, Mario Paolo Mega, e il sindaco della Città di Messina, Cateno De Luca. «È una grande emozione per noi tornare nel porto di Messina nel viaggio della nostra ripartenza. Nella prossima stagione estiva porteremo proprio a Messina le due navi più nuove e innovative della nostra flotta: Costa Smeralda e Costa Firenze – ha detto Zanetti -. Dopo Costa Smeralda, altre tre navi Costa riprenderanno il mare nel Mediterraneo, con itinerari italiani e internazionali, per offrire ai nostri clienti un’eccezionale esperienza di vacanza con protocolli sanitari rafforzati».

«Costa, nel viaggio della ripartenza, ha scelto di tornare proprio nel porto di Messina – ha aggiunto Cateno De Luca –  per riattivare al più presto il significativo circuito economico che le crociere assicurano non solo alle attività portuali, ma anche al territorio. A tal fine, l’Amministrazione comunale ha intrapreso infatti un percorso virtuoso di accoglienza e promozione attraverso itinerari turistici recentemente strutturati per essere fruiti in sicurezza dai croceristi, opportunamente guidati, per visitare e conoscere la Città con le sue peculiarità legate al Porto, allo stile dei suoi Palazzi, alle Fortificazioni da cui ammirare lo Stretto di Messina e i Monti Peloritani, pur nella consapevolezza che in questa fase ancora emergenziale le escursioni dei crocieristi saranno gestite in modo ‘protetto’ direttamente dalla Compagnia».

Articoli correlati