Cucce di quartiere, un’idea che, a Gela, è diventata realtà. Il progetto è partito su iniziativa delle associazioni animaliste del territorio, ma l’amministrazione comunale e l’assessore Giuseppe Licata si sono subito attivati per realizzarla.

Le cucce di quartiere per i cani e i gatti di Gela

È già iniziata nelle scorse settimane la posa delle 10 cucce realizzate dal Comune: due nei pressi del tribunale, due in via Morselli e in via Bronte, zone nelle quali insistono delle colonie feline, una in via Butera, un’altra a Macchitella, due a Manfria e due nella zona residenziale vicino alla diga Comunelli.

In questo modo, cani e gatti di quartiere, opportunamente sterilizzati e microchippati, potranno proteggersi dal freddo in inverno e dal sole cocente in estate. Le volontarie delle associazioni Lida, Oipa, Vita Randagia e Il Mondo di Pluto, con l’impegno quotidiano che da sempre le contraddistingue, vigileranno affinché le cucce non vengano vandalizzate o rubate. Si prenderanno anche cura dei piccoli amici a quattro zampe che vorranno utilizzarle.

L’iniziativa del Comune di Gela

«Credo sia davvero una bellissima iniziativa – commenta l’assessore Licata – e se è vero, com’è vero, che la civiltà di una città si misura anche da come vengono trattati gli animali, possiamo dire che oggi abbiamo fatto un bel passo in avanti e lanciato un messaggio estremamente importante».

«Un ringraziamento – ha aggiunto – va alle associazioni che ci hanno coadiuvato e che ci sono accanto in questa nuova mission. Gli animali non solo non devono essere maltrattati e abbandonati, non basta. Vanno anche curati e messi nelle condizioni di vivere dignitosamente, di certo non chiusi a vita in una gabbia».

«Il sindaco Lucio Greco – ha concluso – ha seguito insieme a me tutto l’iter di realizzazione delle cucce, ed è soddisfatto del risultato proprio come me. Un appello, naturalmente, ora lo lanciamo ai gelesi, affinché ci aiutino a far si che questa iniziativa possa essere un successo e divenire un modello da seguire per altre città».

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati