“Acqua e fango. Rabbia e disperazione. Ancora quella paura, ancora la stessa impotenza. Nelle ultime ore interi paesi nel Veneto sono stati colpiti da violenti temporali. I nostri fiumi hanno in certi punti invaso strade, negozi, case. Volontari, Protezione Civile, amministratori come me erano li’ a Bovolenta, Camposampiero, Massanzago… presenti lungo gli argini, tra la nostra gente che, ormai troppo spesso, guarda al cielo con il cuore in gola. In un attimo tutto potrebbe sparire, trascinato dalla furia dell’acqua. E la disperazione si trasforma in consapevolezza: non possiamo aiutare la nostra gente. E non lo possiamo fare non perche’ non c’e’ difesa contro un’alluvione, ma perche’ siamo ostaggio di un sistema che continua a ripetere: non ci sono soldi’. Inizia cosi’ la lettera aperta che il vicepresidente della Provincia di Padova, Roberto Marcato (Lega) ha scritto ai 17.995 dipendenti della Regione Sicilia.

[Continua la lettura dell’articolo]