Da sabato 31 dicembre è rinchiusa in una cella della sezione femminile del carcere Petrusa di Agrigento, piange e si dispera. Giusy Savatta è stata arrestata per il duplice omicidio delle figliolette, Maria Sofia e Gaia, di 9 e 7 anni. Pensava di farla finita insieme a loro, ma alla fine non del tutto portato a compimento il suo piano. La donna sarebbe adesso avvilita, scombussolata, in stato confusionale e disorientata e avrebbe anche chiesto persono per il terribile gesto che ha compiuto. 

Secondo le prime indiscrezioni, la donna sarebbe stata ossessionata da Veronica Panarello, condannata per l'omicidio del figlio Loris Stival, e avrebbe seguito con grande attenzione tutta la vicenda (Leggi qui). Adesso, paradossalmente, è rinchiusa nello stesso carcere della Panarello (Leggi qui).