Dieta Mediterranea come simbolo dell’identità della Sicilia, di uno stile di vita salutare e paesaggio culturale. L’Ars ha approvato il disegno di legge, prima firmataria Angela Foti, che punta alla promozione della celebre dieta.

Una legge per valorizzare la Dieta Mediterranea

La Sicilia, dunque, si dota di una legge per la valorizzazione della Dieta Mediterranea. Angela Foti, vicepresidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, afferma: «L’approvazione della legge è un’azione concreta a dieci anni di distanza dal riconoscimento della dieta mediterranea nell’elenco del Patrimonio immateriale dell’Unesco».

Quindi aggiunge: «Uno stile alimentare e di vita che accomuna i vari popoli che si affacciano sul Mediterraneo ma che vede la Sicilia al centro, non solo geograficamente, dei percorsi identitari di questi stessi popoli che sull’Isola si sono incontrati, scambiandosi usi e costumi».

«Questa legge arriva in un momento di grande attenzione da parte delle aree interne siciliane su questo tema, con oltre cento comuni che stanno gettando le basi per il primo parco policentrico mondiale dello stile di vita Mediterraneo».

L’iniziativa punta allo sviluppo di percorsi sinergici tra enogastronomia, oleoturismo, agricoltura e turismo in genere ma, soprattutto, ad evidenziare il ruolo centrale della nostra Isola nel Mediterraneo.

Tra gli obiettivi della legge c’è quello di preservare la memoria e l’eredità immateriale di questo regime alimentare, emblema di uno stile di vita. Un percorso, dalla terra alla tavola, rispettoso dei territori, sostenibile e simbolo di convivenza e dialogo tra culture e generazioni diverse, in linea con la Carta di Milano Expo 2015 e con gli obiettivi europei dell’Agenda 2030.

La norma appena approvata permetterà anche di avviare diverse iniziative che coinvolgeranno le varie filiere enogastronomiche regionali e si potrà puntare maggiormente a sostenere l’agricoltura in chiave multifunzionale e sostenibile.

La legge prevede la realizzazione di studi e ricerche, il coinvolgimento delle università, la programmazione di attività formative e divulgative, la collaborazione con le scuole anche con progetti didattici a tema, l’inserimento di specifiche misure nel Psr Sicilia, l’elaborazione di modelli innovativi di attrazione economica e turistica.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati