Non ha ancora un'identità precisa la sconosciuta trovata morta in una valigia blu nel porto canale di Rimini sabato mattina. La donna, una 35-40enne dai tratti somatici asiatici, era ridotta pelle e ossa, ma non per il tempo trascorso in acqua.

Secondo gli inquirenti, quella condizione fisica è dovuta o a una lunga denutrizione o a una malattia. La morte dovrebbe risalire a 10-15 giorni fa, almeno stando alla presenza di particolari larve trovate sul suo corpo. Questi elementi fanno dunque tramontare la pista che possa trattarsi di Xing Lei Li, la cinese di 38 anni scomparsa misteriosamente durante una crociera il 20 febbraio scorso a Civitavecchia (leggi qui).

La cinese era alta poco più di 1,50 metri, mentre la sconosciuta è alta 1,70 metri. In più è altamente improbabile che il corpo dal mar Tirreno sia arrivato nell’Adriatico. Ma sono soprattutto la condizione eccessivamente emaciata del corpo, oltre alla differente altezza, a far naufragare ogni collegamento tra la sconosciuta e la crocierista.