Dopo il caldo infernale che ieri si è abbattuto su tutta la Sicilia, oggi le temperature, per fortuna sono in calo. Una benedizione. È terminato anche il vento di scirocco che ha spinto le fiamme e facendo lievitare gli incendi. I picchi di caldo intenso raggiunti ieri in Sicilia, con punte massime intorno a 40-42 gradi, non si ripeteranno nel week-end, quando sul Tirreno i venti di scirocco saranno sostituiti da venti da nord. Il caldo si attenuerà, spiegano gli esperti.

Mentre i canadair continuano a sorvolare i cieli di Palermo, la colonnina di mercurio ha cominciato a scendere: oggi la temperatura dovrebbe attestarsi fra i 23 e i 25 gradi, un calo termico notevole se si considera che ieri in città si sono sfiorati i 46 gradi. Secondo i meteorologi, "l'alta pressione africana viene sostituita dall'anticiclone delle Azzorre che continua a portare bel tempo ma temperature più normali sebbene con aria leggermente più umida. Netto calo termico sul litorale siciliano settentrionale e in Campania, ancora caldo con temperature localmente prossime ai 35 gradi sulla Calabria. Da segnalare ancora locali venture o stratificazioni in transito nonché nubi basse al mattino e nottetempo lungo il basso versante tirrenico".

Anche domani bel tempo in tutta la Sicilia. Domenica invece si profila un peggioramento, con aumento della nuvolosità in gran parte d'Italia: avremo rovesci e temporali sparsi, alternati comunque a qualche schiarita. Le precipitazioni dovrebbero risparmiare le zone ioniche e raggiungere solo in serata il medio-alto Adriatico. Temperature in ulteriore calo al centrosud e sulle isole, venti in intensificazione. Lunedì torna il sole al sud e in Sicilia, tempo instabile invece al centronord, con il rischio di precipitazioni da confermare su Toscana, Emilia e Triveneto.