Dici Palermo e dici buon cibo. Non c'è nemmeno bisogno di pensare più di tanto, perché si tratta di una delle equazioni più elementari del mondo. Siamo tutti d'accordo, bando alle discussioni e ai dubbi: il capoluogo siciliano è sinonimo di mare, spiagge, sole, meraviglie naturali e architettoniche, riferimenti storici e ultimo, last but not least, il cibo appunto. Dalla pasta con le sarde all'ormai internazionale panino con panelle e crocché di patate, dalle stigghiola allo sfincione, passando per la dolcissima cassata e il mitico cannolo, dagli antipasti al dolce la scelta è praticamente infinita, con la costante di un sapore intenso, godurioso e deliziosamente appagante. Ah, ogni singola portata va inframezzata con il meglio delle bevande, alcoliche e non. Adesso subentra fisiologico un problema irrisolvibile: dove mangiare a Palermo? E di problema se ne genera a catena un altro: dove mangiare a Palermo spendendo poco? Diciamocela tutta: se i problemi nella vita fossero questi, vorremmo essere soverchiati dai problemi! Ma forse a quel punto sarebbe il girovita a chiedere un attimo di pace. È per questo, tra le altre cose, che esiste siciliafan.it: dallo street food ai migliori ristoranti, iniziamo un viaggio tra le più importanti tappe gastronomiche di Palermo. Cinture allacciate e stomaci pronti, partiamo. 

STREET FOOD PALERMITANO

L'Antica Focacceria San Francesco di via Alessandro Paternostro, a due passi dal centralissimo corso Vittorio Emanuele, è qualcosa di molto vicino all'obbligo morale: panelle, crocché, arancine (rigorosamente al femminile: siamo a Palermo!) e ogni genere di buonissima frittura la troverete lì. Non esitate anche se avete già cenato. Proprio in corso Vittorio c'è il famosissimo Franco u' Vastiddaru, altro trionfo del fritto che non a caso pullula sempre di turisti di ogni nazionalità. Non sorprendetevi se noterete i flash delle macchine fotografiche in azione: certi tipi di cibo sono arte, e lo street food palermitano è arte allo stato puro. Merita una menzione anche Nino u' Ballerino, storico crocevia del sapore in corso Finocchiaro Aprile, a un palmo di naso dal tribunale. Il titolare è ormai celebre in tutta Italia, così come il suo pane con la milza. Per il pani ca meusa, perché la lingua siciliana (lingua, non dialetto!) è cultura, come non consigliare una puntata da Rocky, rinomata star all'incrocio tra corso Vittorio e via Roma. Un punto d'incontro e un'istituzione. Altri giri d'orizzonte imprescindibili, tra un'arancina e uno sfincionello, sono il mercato della Vucciria, dove troverete anche del pesce cucinato all'istante (vi suggeriamo il polpo e una fritturina mista) e le fondamentali stigghiola, e piazza Kalsa, dove magari assaggerete i babbaluci, alias le lumache, in particolare nel giorno del festino di Santa Rosalia, che cade a luglio.  

I MIGLIORI RISTORANTI DI PESCE A PALERMO

Continuiamo il nostro durissimo e buonissimo lavoro compulsando la lista dei ristoranti a Palermo. È lì che vi vogliamo: vi starete già chiedendo dove si può mangiare dell'ottimo pesce spendendo poco. Visto che fin qui ci siamo dilettati parecchio nel cuore del centro storico, ci dirigiamo alle spalle del teatro Biondo di via Roma, dove il Ferro di Cavallo offre una panoramica pressoché totale della cucina palermitana e siciliana. Cominciate con un piattino di caponata e procedete fino a sazietà: il conto non sarà affatto stellare pur mangiando per ore. Il Bye Bye Blues di via del Garofalo a Mondello, stella Michelin, è una scelta garantita se volete mangiare bene e godervi un'ottima location. Consigliatissimo da tutti i visitatori anche il ristorante Bellotero di via Giorgio Castriota, i cui fiori all'occhiello sono certamente i primi, rivisitazione perfettamente riuscita della tradizione culinaria dell'isola. Come non menzionare, poi, Le Antiche Mura di via Mattei, dove il pesce è davvero strabiliante. Carizzi d'Amuri di via Longarini si fa apprezzare, oltre che per le portate, anche per l'atmosfera. Il menu di pesce è di sicura riuscita anche da I Sapori del Mare di via Re Federico. Più in generale, infine, troverete ottimi ristoranti praticamente a ogni passo sui lungomare di via Messina Marine, a Mondello e a Sferracavallo. In quest'ultimo caso, concedetevi pure un menu di pesce a prezzo fisso: con 29 euro mangerete fino a implorare pietà! Ultima nota: proprio a Sferracavallo non lasciatevi sfuggire Il Delfino di via Torretta, teatro del servizio veloce e soprattutto meraviglioso saggio di palermitanità.