Una pistola, le munizioni e la droga, tutto sotterrato nel giardino di casa. A fare la scoperta sono stati i carabinieri della Compagnia di Messina Sud, durante un blitz al Villaggio Aldisio e nel Rione Taormina. Sono scattate le manette per Salvatore Ragusa, pregiudicato messinese di 49 anni. I militari hanno notato un'aiuola in cui il terreno era privo di manto erboso e la terra appariva smossa.

Sotterrati a circa mezzo metro dalla superficie c'erano diversi involucri in cellophane, contenenti un revolver perfettamente funzionante, con matricola parzialmente abrasa, poco meno di 50 cartucce calibro 7,65 e circa un chilo e mezzo di marijuana, nonché un bilancino di precisione.

Il 49enne è stato atrrestato in flagrante per detenzione di arma clandestina e munizioni da guerra e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Dopo le formalità di rito, è stato associato alla casa circondariale di Messina Gazzi, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.