Due relitti risalenti alla Seconda Guerra mondiale sono stati ritrovati nei fondali del mare siciliano.Il primo è una motozattera MZ 733 affondata il primo maggio del 1943 da un aereo angloamericano durante un trasferimento di materiale a Pantelleria nell'ambito dell'operazione Corkscrew per cercare di arrestare l'imminente sbarco in Sicilia. In quell'occasione morirono sei marinai. 

Il secondo è il piroscafo Marco Foscarini II: il 21 aprile del 1943, mentre navaigava da Biserta a Napoli, verso le 13 dfu attaccata dal sommergibile britannico Unison. Colpita da un siluro, affondò in quattro minuti a circa 40 miglia a ponente di Favingnana e circa 28 da Marettimo. Il luogo dell'affondamento è stato individuato a causa di un forte e persistente odore di carburante, probabilmente sversatori a causa della corrosione che sta attaccando il carico dell'imbarcazione.