È il luglio più caldo degli ultimi 150 anni. Dell'afa da boccheggiare in ogni momento della giornata ce n'eravamo accorti tutti, e adesso arriva la conferma del record da parte dell'esperto. Edoardo Ferrara, meteorologo del portale 3bmeteo.com, spiega a Il Sole 24 ore

L'anomala ondata di calore che ci interessa ormai da oltre 20 giorni sta rendendo il clima italiano praticamente tropicale, con caldo opprimente e afa alle stelle. nella scorsa notte la minima a Milano centro non è scesa sotto i 28°C e con umidità elevata, un record assoluto da quando si effettuano le misurazioni; pensate che la stessa minima è stata registrata a Singapore. Notevoli anche i 26-27°C di minima a Venezia, Bari, Termoli, Reggio Calabria e Messina con afa alle stelle; si tratta di minime pari se non persino superiori a città tropicali come Bangkok, Jakarta e Manila (dove si sono registrate minime di 25-26°C), ma anche a città nord africane come Algeri, Il Cairo e Tunisi che hanno registrato minime rispettivamente di 25°C, 24°C e 21°C.

Siamo senza speranza dunque? Non proprio. Ferrara, infatti, rende noto che 

con buona probabilità dal weekend avremo finalmente un calo delle temperature soprattutto al Nord, dove si potranno perdere anche oltre 4-5°C, ma marginalmente anche al Centrosud. Il prezzo da pagare per tornare ad un caldo più accettabile sarà tuttavia quello di temporali anche violenti, con rischio grandinate e locali fenomeni vorticosi non esclusi.