Brilla ben 570 miliardi di volte più del Sole e 20 volte più della Via Lattea: si tratta della supernova più luminosa mai vista ed è stata descritta così su Science: "Brilla oltre due volte più di qualsiasi altra supernova finora conosciuta. Il suo nome è "Assassin", ma non pensate a qualcosa di male: Assassin, infatti, è il modo in cui i ricercatori prounciano l'acronimo del programma che l'ha scoperta (ASAS-SN). Il gruppo di ricerca internazionale include gli italiani Gianluca Masi, responsabile scientifico del Virtual Telescope Project di Ceccano (Frosinone) e Filomena Bufano, dell'osservatore di Catania dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). 

Se questa supernova da record, chiamata ASASSN-15lh (SN 2015L), si fosse trovata alla distanza di Sirio (stella più luminosa nel cielo notturno), "l'avremmo vista brillare con una luminosità apparente pari a quella del Sole", ha spiegato Masi, aggiungendo che si tratta di un fenomeno eccezionale. Studiarla, ha spiegato Bufano, "è fondamentale per interpretare e comprenderne l'origine fisica, intesa come tipo di meccanismo di esplosione e natura della stella progenitrice, probabilmente appartenente alla generazione di stelle formatesi nelle prime fasi dell'Universo".