E' polemica per l'Airbus di Renzi:"nessuno può pilotarlo e a Ciampino non atterra"

Sta facendo molto scalpore la notizia dell'Airbus di Renzi, voluto a tutti i costi dal premier, che tuttavia presenterebbe qualche piccolo problemino. La polemica non nasce per un malfunzionamento del mezzo (preso fra le altre cose in leasing da Ethiad) ma per via di tutta un'organizzazione interna per farlo funzionare/volare. 

Anche questa volta c'è lo zampino di Striscia la Notizia che, sentite le indiscrezioni, ha intervistato un pilota che, di aerei, ne intende. 

La puntata ha fatto emergere due note dolenti:

La prima è la più imbarazzante; l'aereo preso in leasing per effettuare "i classici" viaggi di Stato è fermo. Non può volare perché, ad oggi, non esistono piloti muniti della documentazione necessaria all'utilizzo dell'"Air Force One di Renzi". Pare che l'aereo scelto da Renzi sia un Airbus 340-500 (cercate su internet per capire le dimensioni).

Il secondo accorgimento, forse più imbarazzante del primo, è Ciampino. L'aereo di Renzi non potrà partire da Ciampino (aeroporto solitamento adibito ai voli di stato) perché troppo grande per effettuare le sue manovre.

Insomma, sembra davvero che siamo alle solite: calcoli sbagliati e sperpero del denaro pubblico.