E' spuntata una tassa sui vulcani: ecco quanto pagheremo e perchè…

Si tratta di una tassa che interesserà le persone che si accingeranno a sbarcare nelle isole minori. L'importo varia dai 2,50 ai 5,00€ ed è l'ennesimo regalo del governo Renzi, nell'ottica della rinascita italiana basata sulla green economy.

Si tratta quindi di un "contributo di sbarco" che interesserà le isole minori (non a caso i vulcani italiani sono in prevalenza situati nelle isole); per capirci, una tassa molto simile alla tassa dei viaggiatori.

Il nuovo contributo sarà pagato da ogni singolo viaggiatore e sarà riscosso dalle compagnie di navigazione che lo inseriranno e lo preleveranno direttamente dal costo del biglietto ovviamente maggiorato.

Se per visitare i nostri vulcani vedrete quindi una maggiorazione nel biglietto (che potrà variare dai 2,50 ai 5,00€ in più) è proprio per questa nuova tassa che vede un patrimonio naturale come i vulcani tassati dal governo Renzi.

Di contro Renzi lascia trapelare le sue intenzioni: 

con questi nuovi fondi riusciremo a finanziare interventi di raccolta e smaltimento rifiuti, di recupero e salvaguardia ambientale nonché interventi in materia di turismo, cultura, polizia locale e mobilità nelle isole minori

Voi cosa ne pensate?