Si dice spesso che durante le giornate di pioggia gli acciacchi si facciano sentire di più. Quello che sembra solo un luogo comune, potrebbe essere invece qualcosa di autentico, come rivela un nuovo studio: la pioggia influirebbe sul dolore cronico, facendolo aumentare. La ricerca, condotta in Gran Bretagna, ha coinvolto oltre 9.000 persone con artrite, mal di schiena ed emicrania, chiedendo loro di registrare lo stato di salute.

L'applicazione ha monitorato anche le condizioni del tempo ogni ora, consentendo agli scienziati di abbinare il meteo alle sensazioni dei pazienti.  I risultati sono preliminari, ma con l'aumentare dei giorni di sole, il periodo in cui le persone lamentavano un dolore serio si è ridotto. Will Dixon, che segue pazienti con artrite al Salford Royal Hospital e guida la ricerca, ha spiegato che l'80% dei pazienti pensa che ci sia un legame tra meteo e dolore.

E circa la metà è convinto di poter predire che tempo farà, sulla base degli acciacchi. "Penso ci sia un legame possibile. Freddo e umidità sono lamentele comuni, e la relazione con la pioggia ha senso. Ma in termini di fisiologia penso abbia più senso il fatto che sia la pressione a poter influenzare il dolore, in particolare per l'artrite", spiega l'esperto.