ENNA – A Enna la situazione-viabilità è diventata pressoché insostenibile, anche perché i soldi per mettere a poste le cose non ci sono. L’asfalto colabrodo crea danneggia le auto e gli automobilisti chiedono risarcimenti al Comune. Che, da par suo, non ha una polizza per responsabilità civile contro terzi e paga trattando il quantum.

Sono tre i pagamenti per risarcimento danni che vengono accordati ad altrettanti automobilisti per un totale di circa 3.000 euro e i cui atti sono consultabili all’albo pretorio del Comune.

I primi due sinistri in pagamento risalgono a gennaio 2016: il primo in via dello Sport, dove una buca piena d’acqua ha provocato danni a un'auto per 430 euro, ma il Comune pagherà 312 euro. L’altro sinistro in via Civiltà del Lavoro, dove un'altra buca piena d’acqua ha provocato danni per 2.909,66 euro, ma il Comune ha chiuso per 2.327,73 euro.