“Bisogna solo aspettare e vedere come il corpo della piccola reagisce nelle prossime 48 ore”: sono queste le ultime dichiarazioni dei medici riguardo lo stato di salute della bimba di 7 anni rimasta gravemente ustionata per un incendio divampato da una cassetta di derivazione stradale dell'Enel elettrica, in via Conte Ruggero, nel quartiere Brogo Vecchio di Palermo.

La bambina stava giocando insieme ad altri ragazzini accanto ad un negozio di bombole, quando a un tratto tre bagliori, seguiti da una fiammata, l'hanno travolta: ha riportato ustioni gravi in tutto il corpo. La prognosi rimane riservata: come dichiarato dai medici, la piccola ha il 40% di superficie ustionata e la situazione è molto grave; ancora non è chiaro il grado di ustione, bisogna attendere che l'edema si riassorba.

Esplode cassetta Enel, la replica dell'azienda

Nel frattempo l'Enel sta proseguendo con controlli e verifiche tecniche sulle cassette stradali, non solo quelle della zona. Secondo un comunicato diffuso dall'azienda, la cassetta era stata "presumibilmente manomessa da ignoti, con la morsettiera interna che presentava evidenti segni di bruciatura". Il coperchio della cassetta è stato rinvenuto dai tecnici a qualche metro di distanza.