Questa è sicuramente una notizia che non piacerà ai bagnanti siciliani: le meduse saranno protagoniste dell'estate 2014 nel mare Mediterraneo. Nascono nel blu profondo e scelgono per la riproduzione, tra le altre, le acque delle Isole Eolie, per poi lasciarsi trasportare dalla corrente. Come riportato dall'Ansa, è stata riscontrata una grande proliferazione della medusa Pelagia nel Mediterraneo occidentale: per contenere il fenomeno sono state installate in numerose spiagge apposite reti anti-meduse.

Come ricordato di frequente dagli esperti, non è possibile prevedere gli spostamenti di queste creature gelatinose composte al 98% da acqua, che possono diventare un vero e proprio incubo per quanti vogliono rilassarsi al mare. Di fatto, sono da sempre presenti nei mari siciliani, ma quest'anno la pacifica convivenza tra i diversi esemplari di questa specie ed i bagnanti potrebbe diventare un po' più problematica del solito.

Quella che per alcuni è una presenza non gradita, potrebbe trasformarsi per altri in un'opportunità. Secondo Ferdinando Boero, biologo marino dell'Università del Salento e Cnr-Ismar, questa grande presenza di meduse potrebbe trasformarsi in una opportunità unica per quanti vorrebbero osservarle da vicino: "Sono specie non aggressive, e viste a debita distanza con una maschera uno spettacolo a mare aperto tra i più affascinanti: sono animali bellissimi".