Estorceva i suoi dipendenti, per questo un imprenditore è stato condannato a un anno, dieci mesi e venti giorni di reclusione con il beneficio della sospensione condizionale della pena. Gaetano Marchese Ragona, 57enne di Canicattì in provincia di Agrigento, era accusato di estorsione nei confronti di alcune persone che lavorano per lui.

L'uomo gestiva un supermercato a San Cataldo. Dei dipendenti hanno raccontato che l’imprenditore pretendeva il 30% della busta paga, altrimenti – minacciava – li avrebbe licenziati. Gaetano Marchese Ragona, comunque, prima del processo ha risarcito i dipendenti che non si sono costituiti in giudizio. 

Il processo, che si è svolto con il rito abbreviato dinanzi al Gup di Caltanissetta, ha chiuso una vicenda iniziata lo scorso anno.