A breve distanza dal risveglio dell’Etna, anche lo Stromboli ha ripreso la sua attività, con lancio di lapilli. Il dipartimento della Protezione Civile ha disposto il passaggio di livello di allerta da verde a giallo. Nonostante questo, però, non vi è alcuna correlazione tra l’attività dell’Etna e quella dello Stromboli, come ha spiegato Eugenio Privitera, direttore della sezione di Catania dell’Ingv.

«Vorrei smentire tutte quelle tesi che nelle ultime ore hanno messo in correlazione l’attività dell’Etna con lo Stromboli: non c’è legame alcuno – ha detto -. Si tratta di due contesti geodinamici diversi, con sistemi di alimentazione separati. L’Etna e lo Stromboli sono due vulcani attivi, ed è dunque alta la probabilità di fasi eruttive contemporanee.

E poi: sullo Stromboli adesso non è in corso alcuna eruzione. A causa del flusso turistico di questo periodo, per ragioni di sicurezza è stato deciso di alzare il livello di allerta. Diverso il discorso delle Salinelle di Paternò che nelle scorse settimane hanno fatto registrare una recrudescenza dell’attività. Ma lì siamo già in un contesto etneo caratterizzato da un’intensa risalita di gas».

Articoli correlati