Trenta minuti di immagini sull’Etna con riprese che esaltano la maestosità e le variegate risorse del vulcano attivo più alto d’Europa e che abbracciano tutto il comprensorio fino al mare e alla città di Catania.

È il nuovo documentario che la rete televisiva giapponese TBS (Tokyo broadcasting system) ha inserito nella prestigiosa serie ‘The World Heritage‘ (‘Sekai Isan’) dedicata, in collaborazione con l’Unesco, ai siti dichiarati patrimonio mondiale dell’umanità.

Su YouTube c’è un trailer di presentazione che offre un rapido susseguirsi di colate laviche, lapilli, grotte, stalattiti, canyon percorsi dalla storica ‘littorina’, il treno della circumetnea.

Le riprese, dirette dal regista Haruki Enatsu, sono state realizzate nel capoluogo etneo con la collaborazione della Catania Film Commission del Comune, che ha supportato la troupe di cinque persone composta, oltre che dal regista, da due coordinatori locali di produzione, un cameraman e un operatore per il drone che ha catturato suggestive immagini dall’alto.

I riflettori in città sono stati puntati in particolare sulla peculiarità di edifici e opere in pietra lavica tra piazza Duomo, via Garibaldi e via Etnea.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati