Un evento più unico che raro quello che è successo pochi giorni fa presso l'Ospedale Cervello di Palermo. Una donna in dialisi cronica partorisce una bambina; sia quest'ultima che la madre stanno bene e a breve verranno dimesse dalla struttura ospedaliera.

 

La particolarità dell'episodio sta nel fatto che la fertilità nelle donne in trattamento emodialitico è piuttosto ridotta, e in caso di gravidanza il rischio di aborto è assai elevato.

La protagonista del lieto evento ha 35 anni ed è di Bagheria; in dialisi cronica per una grave malattia renale, ha partorito alla 36esima settimana una bella creaturina. La piccina, chiamata Michelle, è nata con un peso di un chilo e 900 grammi.

 

Anche lo stesso fatto di essere arrivata fino alla 36esima settimana è una cosa straordinariamente rara, dal momento che solo nel 45% dei casi si raggiunge un periodo tale da garantire la sopravvivenza del feto; su qualsiasi donna in dialisi cronica è infatti necessario un monitoraggio intensivo.

In una nota dell'Ospedale si legge inoltre:

Questo è stato reso possibile dalla perfetta sinergia fra le Unità Operative di Nefrologia e Dialisi, quella di Ostetricia e del Servizio di Diagnosi prenatale dell'Ospedale Cervello, oltre al prezioso apporto dei medici dell'Unità Operativa di Neonatologia che, dopo il parto, hanno preso in cura la neonata assicurandole la necessaria assistenza.