Si è messo a fare pipì davanti a una scuola, in pieno giorno, e non smesso di farlo neanche in seguito alle ripetute esortazioni da parte della polizia locale. Il protagonista della vicenda è un rumeno di 61 anni, denunciato all'autorità giudiziaria: l'uomo è stato sorpreso a urinare a ridosso di alcuni cassonetti in via delle Palme, in prossimità dell'istituto scolastico "Paolo Vetri" di Ragusa. 

L'operatore della polizia locale che stava svolgendo il servizio di vigilanza scolastica gli ha più volte chiesto di ricomporsi e allontanarsi. Nel frattempo, i genitori erano in attesa che i figli uscissero dalla scuola e le proteste per quanto stava accadendo non sono mancate. Il 61enne deve rispondere della violazione degli articoli 650 e 651 del codice penale ed è anche destinatario di un illecito amministrativo per violazione della fattispecie di ubriachezza (art. 688 c.p.) e atti contrari pubblica decenza (art. 726 c.p.), che sono stati depenalizzati.