È passato circa un anno da momento in cui Fabio e Mingo, inviati del tg satirico di Canale 5 "Striscia la Notizia" sono stati sospesi dalla collaborazione con la trasmissione. L'episodio è rimasto per certi versi un po' oscuro: la notizia è stata data all'improvviso, nel corso di una trasmissione e la loro replica non ha chiarito i tanti dubbi: "Sappiamo quello che sapete anche voi e non riusciamo a metterci in contatto con Antonio Ricci, né con la produzione. Non sappiamo cosa pensare, se sia una trovata di Ricci".

Dietro la sospensione ci sarebbero stati due presunti servizi falsi realizzati dagli inviati pugliesi: a dare questa motivazione. Dopo l'addio a Striscia, Fabio e Mingo si sono reinventati dal punto di vista professionale: i due hanno accettato un'offerta di TeleNorba per la conduzione di un tg satirico dal titolo "Luciano l'amaro quotidiano". Se nei servizi di Striscia era solo Mingo a parlare, adesso sono entrambi, occupandosi di temi sociali e di attualità. "Dopo quello che è accaduto con Striscia – hanno detto – il pubblico ci vuole più bene di prima e si vede da che parte sta".