Il fidanzato la lascia e lei escogita un piano per vendicarsi sulla sua ex suocera. Una giovane di Roma ha utilizzato un falso profilo su Facebook, con il nome di una “lucciola”, cui però aveva associato il numero della 70enne, madre dell'ex fidanzato. Con questa accusa è finita sotto processo per stalking. A causa del falso account, all'ignara suocera sono arrivate ben 5.000 telefonate, da parte di persone che erano alla ricerca della “lucciola” pubblicizzata dall'account o volevano invece inviare insulti o minacce. Per la famiglia, un vero inferno.

La storia risale al 2012, quando la trentenne, C.V., venne lasciata dal fidanzato. Da allora avrebbe telefonato diverse volte agli ex suoceri per fare in modo che convincessero il figlio a ravvedersi. I tentativi sono andati a vuoto, così, secondo l'accusa, sarebbe scattato il piano B. Ha preso forma la singolare vendetta contro la settantenne: l'imputata deve anche rispondere di incendio doloso, perché secondo la procura avrebbe dato fuoco alla macchina dell'ex fidanzato.