Andrea Camilleri è uno scrittore molto amato ed in tanti cercano di comunicare con lui tramite i social network. Molti fan sono convinti di parlare direttamente con lui, di leggere i suoi aggiornamenti di stato e di commentare foto che lui stesso provvedere a condividere ma, in realtà, il profilo Facebook di Camilleri è falso. A renderlo noto è lo stesso scrittore siciliano che ha dichiarato di aver presentato denuncia alla Polizia Postale due mesi fa. Una vicenda iniziata almeno 8 mesi fa: «Non ho un profilo, non ho un sito e non sono in internet», ha precisato lo scrittore.

L'unico sito legato a lui ed in parte autorizzato è Vigata.org, come ha spiegato: «Esiste da anni, è organizzato da terze persone, so chi sono e si tratta di persone serie». Sul falso profilo Facebook di Camilleri, invece, ci sono pensieri, prese di posizione e dialoghi con i fan che non provengono dallo scrittore, ma da qualcuno che pubblica a suo nome senza aver ricevuto alcuna autorizzazione per farlo. Non si tratta di citazioni, ma anche di intere frasi che lo scrittore non ha mai pronunciato.

Il caso del falso profilo Facebook di Camilleri non è ovviamente l'unico: molti personaggi famosi, infatti, si sono ritrovati ad avere pagine mai autorizzate, aperte da fan o da mitomani che pubblicano a loro nome. Tra questi, fa molto discutere i falsi account Facebook di Papa Francesco, tramite i quali molti fedeli raccontano le proprie storie e chiedono conforto, ignari del fatto che dietro quelle pagine ci sono degli impostori che si spacciano per il Pontefice.