Fare la spesa gratis (o quasi). Possibile, quantomeno imitando una casalinga di Biella, in Piemonte. La sua storia viene raccontata da "La Stampa": una vita a lottare con coupon, promozioni, "klikkapromo" e volantini. "Risparmio oltre il 70% l'anno, faccio le vacanze a costo zero e pure i regali di Natale", spiega. Lei si chiama Valeria Zanelli, ha 35 anni, due figli e abita a Cadelo, provincia di Biella. Professione? Professionista di promozioni.

La signora gira tutti gli ipermercati del nord-ovest per risparmiare. I risultati sono sorprendenti. Subito dopo aver portato i figli a scuola, inizia la caccia quotidiana. "È tutto scritto sui volantini, solo che le persone sono pigre e non lo sanno", dice con fierezze. Un esempio pratico: La Stampa la segue in una spesa il cui importo è 31,98 euro. Valeria alla cassa estrae un buono sconto da 5 euro, un altro da 1 euro e uno da 1,50 euro. Lo scontrino si abbassa a 24,48 euro.

Ma non è finita: grazie agli acquisti fatti, Valeria recupera un coupon da 10 euro da usare nello stesso punto vendita, un secondo buono da 10 euro da spendere in un negozio di sport e altri 6,99 euro che arriveranno via posta dal concorso del detersivo. Ogni prodotto, insomma, viene scelto in base al futuro risparmio.

Nella stessa spesa la super-mamma "incassa" 5 euro di buoni carburante e 1,60 euro di buoni, da moltiplicare per le cinque confezioni di capsule per le lavastoviglie. Dunque, fatti i debiti conti, ha fatto la spesa "guadagnando" 15,51 euro. "Il segreto sta nel leggere e rispettare i regolamenti, non avere fretta e reinvestire gli utili delle promozioni", spiega. Dunque rivela il trucco dello scorso Natale, quando ha speso 200 euro in giocattoli di una certa marca facendosi tornare in tasca tutti i soldi. "È bastato sommare uno sconto di un ipermercato a un rimborso che arriva dall'azienda che produce i giocattoli. Le promozioni però sono valide per sole 48 ore l'anno e in una sola catena di grande distribuzione".

E poi ci sono anche le vacanze, rigorosamente gratis. L'anno scorso Valeria, il marito e i due figli hanno fatto tre giorni di vacanza a Gardaland spendendo soltanto i soldi dell'autostrada, ovviamente sfruttando promozioni varie.