Prosegue la missione di solidarietà del bus partito da Favara per l’Ucraina. A bordo del “bus di Carla“, ribattezzato così per il nome dell’adolescente che ha promosso la raccolta fondi necessaria, ci sono anche bimbi bisognosi di cure.

Il viaggio del bus Favara for Ukraine

C’è anche un bambino di 14 anni che era stato operato al cervello per un tumore fra i 53 profughi che, con il pullman della missione umanitariaFavara for Ukraine” ritorna verso la Sicilia.

Uriy, che sembra molto più piccolo della sua età, è salito a bordo da Lublino, insieme alla mamma e alla sorella, tutti fuggiti da Irpen, vicino Kiev. L’adolescente avrà bisogno di cure specialistiche e Florinda Saieva, già da stanotte, è in contatto con alcuni conoscenti medici che lo indirizzeranno verso una struttura ospedaliera adeguata. Il ragazzo, al momento, è sotto cura farmacologica.

Florinda Saieva è la mamma di Carla Bartoli, la sedicenne  che ha organizzato una raccolta fondi, raggiungendo la cifra di oltre 12mila euro in pochi giorni. Con quella cifra, si sono coperte le spese per noleggiare il bus e portare in salvo mamme e bambini in figa dalla guerra.

La missione di solidarietà partita dalla Sicilia

A bordo del mezzo c’è anche Florinda, in costante contatto anche con un pediatra. Tra le persone portate in salvo, infatti, ci sono anche due bimbi di 8 e 6 anni con la febbre alta. Sono 18 complessivamente i minori, tutti accompagnati, che si trovano sul mezzo in viaggio verso la Sicilia dopo essere stati caricati ieri a Lublino, al confine tra la Polonia e l’Ucraina.

Bambini ed adolescenti, che conducono il loro viaggio rimanendo in silenzio, che hanno iniziato a sorridere soltanto stamattina quando “mamma Flo‘”, come hanno soprannominato Florinda Saieva, ha distribuito loro, ma anche alle mamme, cornetti, biscotti e succhi di frutta. Florinda racconta sui social le varie tappe.

Nel post più recente ha citato una frase del suo gruppo di volontari: «Guardandoti dentro puoi scoprire la gioia, ma soltanto aiutando il prossimo conoscerai la vera felicità».

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati