Una pizza di pasta lievitata dall’impasto alto e soffice. Un condimento gustoso, a base di pomodoro, cipolla, caciocavallo, acciughe, origano e olio extravergine. La Favazza Termitana non è una pietanza: è una magia! Questa ricetta siciliana lega la sua tradizione al mese di dicembre ma, vista la sua bontà, non possiamo fare a meno di suggerirvela per cucinarla tutto l’anno.

Cosa è e come si fa la Favazza Termitana

Quando si parla di pizza siciliana, c’è solo l’imbarazzo della scelta. La nostra regione si lega indissolubilmente a una infinita quantità di paste lievitate e focacce, una più buona dell’altra. Così, se vi trovate a passare da Termini Imerese, non potete fare a meno di assaggiare un prodotto strepitoso.

Stiamo parlando della Favazza Temitana: un impasto soffice, condito con pomodoro, cipolla, caciocavallo, acciughe, origano e olio. Le grandi teglie (il formato classico è quello rettangolare) sono pronte per essere infornate e sfornate, regalando gusto e gioia ai commensali.

Giuseppe Pitrè, trattando le tradizioni popolari della nostra amata Sicilia, racconta di fucaccia, fuaccia, fucazza, fuazza, fuazzu nel 1889 collocando la preparazione dai mille nomi tra le “Paste molli e Schiacciate”. Isidoro di Siviglia (teologo, scrittore e arcivescovo cattolico spagnolo) il quale nelle sue Etymologiae, sostiene che il termine “focaccia” derivi dal latino focàcia, femminile di focàcius, con il significato di “cotta al focolare”.

Che la Favazza sia una regina del focolare, è fuori discussione! Preparare in casa questa specialità non è per nulla difficile: basta solo seguire alla lettera la ricetta e i consigli. Come vi abbiamo anticipato, è tipica del periodo delle festività di dicembre, ma siamo certi del fatto che vi piacerà durante tutto l’anno.

Ricetta Favazza Termitana

Ingredienti

  • 1 kg di farina di semola di grano duro;
  • Acqua;
  • 25 g di lievito di birra;
  • Olio extravergine d’oliva;
  • 1 cucchiaio di zucchero;
  • Sale;
  • 100 g di olive nere;
  • 8 cipollotti;
  • 20 filetti di acciughe salate;
  • 8 pomodori maturi;
  • 250 g di caciocavallo;
  • 150 g di caciocavallo grattugiato;
  • Origano.

Procedimento

  1. Per fare la Favazza Termitana, versate farina, sale, zucchero e 150 g di olio su una spianatoia.
  2. Amalgamate bene, quindi create una fontana e mettete al centro il lievito (sciolto nell’acqua tiepida).
  3. Impastate, aggiungendo progressivamente l’acqua, fino a ottenere un risultato liscio, non troppo morbido.
  4. Mettete l’impasto su uno strofinaccio cosparso di farina, coprite e fate lievitare.
  5. Nel frattempo tagliate la cipolla a fettine sottili, i pomodori a cubetti e il caciocavallo a dadini.
  6. Oliate la teglia da forno e mettetevi sopra l’impasto, con uno spessore di circa 2 centimetri.
  7. Condite la pasta con il caciocavallo (conficcatelo nell’impasto) e spargete sulla superficie le acciughe.
  8. Stendete il pomodoro e coprite con cipolla tagliata, olive e origano.
  9. Irrorate con l’olio e infornata a 200° per circa 30-35 minuti.
  10. Dopo circa 20 minuti, controllate la cottura.
  11. Quando sfornate, completate con il caciocavallo grattugiato e servite.

Buon appetito! – Foto: Sara Marie Urso

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati