Tradizione, folklore, storia, eccellenze gastronomiche e fascino. Sono questi gli ingredienti del Festino di San Silvestro 2019, che per un mese animerà la città di Troina, nell’Ennese. In onore del Santo, tra maggio e giugno, si susseguono diverse feste, tutte molto suggestive, che si chiudono con la Sagra della Vastedda Cu Sammucu, una buonissima focaccia siciliana.

Primo appuntamento in calendario, domenica 19 maggio, è la Festa dei Rami, con il pellegrinaggio votivo, a piedi. Nella notte del giovedì che precede la domenica, numerosi devoti, i Ramara, si radunano nella chiesa del Santo, per raggiungere le foreste nel cuore dei Nebrodi, per raccogliere l’alloro.

Domenica mattina alte aste di legno adorne di alloro e ricche di addobbi: fiori, bambole, festoni colorati, immagini sacre e altro, vengono portate in offerta al Santo in una suggestiva sfilata per le vie di Troina, tra il ritmo dei tamburi e l’invocazione “viva Diu e San Suvviestu e lu Patriarca San Giusieppi e lu Santissimu Sacramientu”.

Il 26 maggio è la volta della Festa della Ddarata, mentre il primo giugno spazio alla Discesa del Fercolo con la processione di San Silvestro. Il 3 giugno, invece, si tiene la Salita del Fercolo. Ancora, il 9 giugno tocca alla Kubbaita, un corteo storico in costume. Chiude i festeggiamenti, il 15 e 16 giugno, la Sagra della Vastedda cu Sammucu.

Potete cliccare qui per tutti i dettagli.