Chiusa a Ragusa l'ennesima casa a luci rosse. La segnalazione è giunta anche stavolta da alcuni fedeli: in questo caso si tratta dei fedeli della chiesa dei Cappuccini e della parrocchia di San Francesco, che avrebbero notato una strano viavai di uomini da un'abitazione di via Meli. Sono quindi intervenuti gli agenti della Squadra Mobile, che hanno trovato all'interno 2 prostitute, una colombiana e una cubana.

Tra gli oggetti rinvenuti, un berretto da poliziotto americano e una frusta per giochi sadomaso: proprio i gusti di alcuni clienti hanno portato le prostitute a munirsi di accessori particolari. Secondo quanto hanno dichiarato le due donne, travestimenti e rapporti sadomaso sarebbero stati sempre più richiesti. Le tariffe oscillavano dai 50 ai 200 euro, a seconda delle richieste, ma potevano arrivare a prezzi più alti per il sesso di gruppo. 

La casa era stata data in affitto a una donna sudamericana che, a sua volta, l'aveva data in locazione ad altre connazionali. Il proprietario, che era stato già diffidato per un'altra abitazione, si è giustificato dichiarando di non avere competenza per capire se si trattasse di prostitute o meno.

Fonte: La Sicilia