Una ragazzina fugge da Palermo per amore. Una sorta di fuitina 2.0. La minorenne è stata individuata a bordo di un treno diretto a Roma. Lei, però, voleva fermarsi molto prima, a Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro. A spingerla sono stati i sentimenti: l'obiettivo era molto tenero, semplicemente riabbracciare il fidanzato.

È stata la polizia ferroviaria a rintracciarla alla stazione di Barcellona Pozzo di Gotto, nel Messinese: il suo atteggiamento nervoso ha insospettito gli agenti, che l'hanno fermata e controllata. La ragazzina ha subito confessato: aveva marinato la scuola per salire su quel treno e rivedere il suo amore.

Non senza stupirsi per tanto coraggio, i poliziotti hanno subito contattato i genitori della giovane, che erano ignari di tutto. Mamma e papà si sono precipitati presso gli uffici della polizia ferroviaria di Messina per riabbracciare la figlia. Che, immaginiamo, avrà passato un brutto quarto d'ora…