Il fumo proveniente da uno smartphone Samsung ha provato il panico in un aereo. Negli Stati Uniti un velivolo della Southwest Airlines pronto al decollo è stato evacuato all'aeroporto di Louisville. L'azienda sudcoreana, la compagnia aerea e la Federal Aviation americana non hanno reso noto ufficialmente il modello del dispositivo perché stanno indagando sull'accaduto.

Ma una persona che era a bordo ha spiegato al quotidiano "The Courier-Journal of Louisville" che si trattava del Galaxy Note 7 di suo marito. Lo smartphone è stato ritirato dal mercato un mese fa per problemi alla batteria e Samsung ha avviato un programma di sostituzione. Secondo la signora, il telefono che ha preso fuoco è stato sostituito due settimane fa.

Il marito l'avrebbe chiamata facendosi prestare un telefono per raccontarle cosa fosse successo. Nessuna persona a bordo del velivolo è rimasta ferita, ma la moquette del pavimento dell'aereo, su cui il telefono è caduto, ha subito dei danni. Samsung, negli Stati Uniti, ha ricevuto 92 segnalazioni di batterie surriscaldate del Galaxy Note 7, in 26 casi il dispositivo si è bruciato.

A seguito di questi episodi, la Federal Aviation Administration ha emesso un avviso ai passeggeri degli aerei di non usare questo modello di dispositivo a bordo né di imbarcarlo.