Ancora furti all’ospedale Policlinico di Palermo. Non si ferma, purtroppo, l’ondata di crimine nella struttura ospedaliera. Dopo i raid negli spogliatoi del reparto di Medicina d’urgenza e di Chirurgia plastica, i ladri hanno preso di mira i laboratori in cui si analizzano i tamponi del Coronavirus effettuati sui casi sospetti della Sicilia occidentale.

Sono stati scassinati gli armadietti del personale, ma pare che un medico in servizio sia riuscito a vedere uno dei ladri. Carabinieri e polizia stanno indagando sui furti.

“Subito interventi per garantire più controlli e sicurezza negli ospedali di Palermo e al Policlinico anche un sistema di videosorveglianza negli ingressi e nei reparti – chiede Luigi Di Piazza della Uil Università -. Quello che è successo al ‘Paolo Giaccone’ è un atto vergognoso e vile rivolto a medici e personale sanitario che ogni giorno, senza paura, combattono una guerra contro il Coronavirus. Chiediamo subito un rafforzamento del servizio di vigilanza, è necessario che sia garantita sicurezza. Questi delinquenti non possono continuare a intralciare il lavoro di medici e infermieri”.

Articoli correlati