MESSINA – La polizia municipale di Messina ha arrestato il finanziere Gaetano Forestieri e Giovanni Gugliandolo, in riferimento alla morte della 23enne Lorena Mangano, avvenuta a Messina la notte dello scorso 26 giugn: la ragazza si trovava alla guida di una Fiat Panda, travolta dalla vettura condotta da Forestieri, una Audi TT. Gaetano Forestieri è accusato di omicidio stradale aggravato e competizione stradale, mentre Gugliandolo è accusato di competizione stradale.

Il finanziere, ubriaco, avrebbe ingaggiato una gara con Gugliandolo, che guidava una 500 Abarth. Come spiegato dai vigili della Sezione Infortunistica, successivi riscontri delle immagini delle telecamere e delle testimonianze di alcune persone hanno permesso di risalire con certezza anche al guidatore della 500, che dopo l'incidente era fuggito. Si tratta di uno dei primi casi in cui viene contestato l'omicidio stradale nel nostro Paese. Le condizioni di Lorena Mangano sono apparse subito gravi: quattro giorni dopo l'incidente è stata dichiarata la morte.