E’ successo a Chieti lo strano caso di un ginecologo che si è rifiutato di visitare una sua paziente. A raccontare l’accaduto è stata la stessa paziente, una donna di 27 anni di Chieti, che si era recata all’ Asl per una visita ginecologica. La donna ha raccontato che la dottoressa ha rifiutato di visitarla "perché troppo grassa".

La ragazza ha quindi sporto denuncia ai carabinieri che, arrivati sul posto, hanno raccolto la sua testimonianza e quella della ginecologa: 

"Ho intenzione di andare fino in fondo: presenterò denuncia in caserma. Non è tollerabile quello che mi è successo. Sono arrivata al consultorio intorno alle 9.20, accompagnata da mia cugina – racconta la ventisettenne -. Quando è arrivato il mio turno, mi sono seduta di fronte alla dottoressa e le ho detto che ero lì per una visita. Era presente anche un’assistente. La dottoressa ha subito reagito in modo stizzito: sei troppo grassa, non vedi che pancia hai? Come faccio io a visitarti? Non riuscirei a vedere l’utero. Devi scendere di peso. La visita non è mai iniziata: quel medico si è rivolta subito nei miei confronti con un tono alterato e non avuto né tempo né forza di reagire. A quel punto mi ha fatto un’impegnativa per andare a eseguire un’ecografia da un privato".