0119 anni, la musica nel sangue e l’ambizione del viaggio. Giolì, una giovane musicista e produttrice siciliana, ci racconta il suo viaggio in turchia per la realizzazione delle riprese del suo primo brano inedito, “Istanbul”, lanciato il 15 maggio, pubblicato su tutti gli store digitali e prodotto dalla casa di produzione “Claw Records”. Iniziato nel novembre dello scorso anno ,il brano viene ultimato a gennaio e presentato al pubblico degli ascoltatori la settimana scorsa, ma la cosa che stupisce maggiormente è la location delle riprese del brano ufficiale. Istanbul, turchia. “un’avventura mozzafiato”, queste le parole della giovane produttrice, ritornata entusiasta dal viaggio realizzato a fine aprile, con meta l’affascinante metropoli, cerniera tra oriente e occidente, ricca di atmosfere contrastanti e uniche. Ed è proprio da queste stesse atmosfere, colori e suoni orientali che la giovane musicista viene assuefatta, al punto tale da dedicarvi il primo inedito. Si tratta di un canto popolare kurdish, un canto che racconta di amore e sofferenza, un canto che vive degli echi folcloristici turchi, animato dalla voce di una donna, e accompagnato musicalmente da un arrangiamento che la decontestualizza, e ideato affinché si unisca ad un panorama dance commerciale-occidentale. Giolì, decide di dare inizio a quest’avventura, accompagnata da altri tre giovani ragazzi mossi dalla medesima ambizione. Gianmarco Caiola e Antonio di Luca, già conosciuti nel settore della regia e del videomaking, amministratori della società “Cinquanta millimetri”, e la fotografa- grafico ufficiale, Assia Nania. Il brano è presente su itunes, spotify, beatport, vi invitiamo ad ascoltarlo, e a gustarvi questo viaggio comodamente dalla vostra sedia.

0203