In un'intervista al programma radiofonico "Un giorno da pecora", Giulia Salemi è tornata a parlare dello scandalo che l'ha investita dopo aver percorso, un po' discinta per così dire, il red carpet del Festival del Cinema di Venezia 2016 (qui le foto). Il suo vestito con un notevole spacco inguinale venne reputato troppo hot e da alcuni persino volgare. Giulia Salemi fu sommersa dalle critiche:

"Dopo Venezia avrei dovuto ammazzarmi, chiudermi in casa, suicidarmi come la ragazza che aveva subito cyberbullismo perché era uscito il suo video? Io invece ho combattuto e ho cercato di dimostrare alla gente che su di me ci si sbagliava: dietro a quel vestito c'era un'altra persona".

Quando i conduttori hanno precisato che la scelta di un vestito audace non può essere paragonato a un video privato diffuso in rete, la Salemi ha replicato: "Certo, ma io mi riferisco al cyberbullismo. Se voi sapeste quello che mi è stato detto dopo Venezia… C'è gente che mi ha augurato la morte. La morte! Per fortuna ho avuto mia madre e degli amici veri vicino, altrimenti sarei andata in depressione. Mi dicevo: ma la gente è impazzita?".

Giulia, di chiare origini siciliane, parla poi di gossip: "Sono single. Nella foto che è uscita sui giornali, in cui ero con Filippo Magnini, in realtà gli stavo solo facendo vedere una foto sul mio telefono. Ed eravamo in pubblico, con altre venti persone, tutte lì per lavoro. Marracash? No, non è vero nemmeno questo. Siamo solo un gruppo di grandi amici. Io vergine? Si, l'ho letto… Possiamo rassicurare i fan che non è così? Possiamo invece mettergli questo grande dubbio? Mi do molto da fare per il lavoro, sono sempre in giro e ho veramente poco tempo per fare l'amore purtroppo".