PALERMORitrova in vendita su internet le parti dell'auto che gli avevano rubato poche ore prima. Un caso peregrino quello avvenuto a Palermo, dove un uomo è rimasto vittima di un furto in centro, dalle parti di via Gagini. Cercando in rete su un celebre portale di annunci, si è poi imbattuto nella refurtiva. È a quel punto che ha preparato la trappola fingendosi un cliente.

Raggiunto l'accordo sulla base di circa 200 euro, l'uomo ha preso appuntamento con i venditori dopo aver avvisato la polizia. Degli agenti in borghese hanno seguito passo passo lo "pseudo-scambio" arrestando in flagrante due giovanissimi di 21 e 19 anni. I giovani, che hanno detto ai poliziotti di aver acquistato il materiale al mercatino abusivo di Ballarò, sono stati denunciati per ricettazione.

Intanto proseguono le indagini della polizia per accertare ulteriori, eventuali responsabilità.