Pare che gli studiosi si siano messi d'accordo per rovinare le abitudini più diffuse. Secondo uno studio del National Cancer Institute statunitense, guardare la televisione per oltre 3 ore al giorno accorcia la vita, aumentando il rischio di morte per ben 8 tipi di malattie diverse.

I ricercatori hanno preso in esame oltre 221.000 individui di età compresa tra 50 e 71 anni, privi di malattie croniche all'inizio dello studio. Dall'analisi dei dati è emersa l'associazione, già suggerita da altre ricerche, con un aumento di rischio di mortalità per cancro e malattie cardiocircolatorie, come infarto e ictus. Lo studio ha però anche identificato un più elevato rischio di morte per altre frequenti malattie come diabete, influenza, morbo di Parkinson e malattie del fegato.

In dettaglio le persone che hanno riportato di guardare 3-4 ore di televisione avevano il 15% in più di morire per qualsiasi causa rispetto a coloro che sono stati davanti il video meno di un'ora al giorno; quelli che ne vedevano 7 o più ore avevano il 47% in più di probabilità di morire già durante il periodo di studio. Le stime non erano influenzate fattori come consumo di alcol e fumo. 

L'80% degli adulti americani guarda in media 3,5 ore di televisione al giorno, consumando più della metà del tempo libero a disposizione e togliendo spazio a quello potenzialmente dedicabile all'attività fisica.

Fonte: Ansa