Nuova Guida Ristoranti L’Espresso 2022. È appena uscita la 44esima edizione del vademecum dedicato alla ristorazione: l’elenco dei premiati, con i riconoscimenti assegnati in Italia e in Sicilia. Aumenta il numero dei 4 e 5 Cappelli: tutti i dettagli.

La Guida 2022 Ristoranti e Vini d’Italia de L’Espresso

L’edizione 2022 di Ristoranti e Vini d’Italia de L’Espresso conferma l’abbandono della tradizionale valutazione in ventesimi, a vantaggio di quella in Cappelli: vanno da 1 a 5. Nella pubblicazione ci sono vini, ristoranti e anche pizzerie. Confermata anche la raccolta dei “Cappelli d’Oro“: locali che hanno fatto la storia della cucina italiana degli ultimi decenni.

Quest’anno sono in totale 18 i ristoranti che hanno conquistato i 5 Cappelli (cioè 5 in più dello scorso anno). Le new entry sono Carlo Cracco, con il suo ristorante omonimo in Galleria a Milano; Antonia Klugmann dell’Argine a Vencò; Ana Roš di Hisa Franko a Caporetto; Alessandro Dal Degan della Tana Gourmet ad Asiago; Giuseppe Iannotti del Kresios di Telese Terme.

Al vertice del podio ci sono anche due ristoranti siciliani: sono Il Duomo di Ragusa Ibla e La Madia di Licata.

I 5 Cappelli 2022

  • Casadonna Reale Castel di Sangro (AQ)
  • Cracco Milano
  • D’O Cornaredo (MI)
  • Duomo Ragusa Ibla (RG)
  • Hisa Franko Slovenia
  • Hotel Mandarin Oriental – Seta Milano
  • Hotel Rosa Alpina St. Hubertus Badia (BZ)
  • Kresios Telese Terme (BN)
  • La Madia Licata (AG)
  • La Tana Gourmet Asiago (VI)
  • L’Argine a Vencò Dolegna del Colliio (GO)
  • Le Calandre Rubano (PD)
  • Lido 84 Gardone Riviera (BS)
  • Madonnina del Pescatore Senigallia (AN)
  • Osteria Francescana Modena
  • Piazza Duomo Alba (CN)
  • Uliassi Senigallia (AN)
  • Villa Feltrinelli Gargnano (BS)

Guida Ristoranti L’Espresso: i 4 Cappelli

  • Agli Amici Udine
  • All’enoteca Canale (CN)
  • Andreina Loreto (AN)
  • Antica Corona Reale – Da Renzo Cervere (CN)
  • Antica Osteria Cera Campagna Lupia (VE)
  • Aqua Crua Barbarano Vicentino (VI)
  • Bracali Massa Marittima (GR)
  • Bros’ Lecce
  • Casa Maria Luigia Modena
  • Contraste Milano
  • DaGorini San Piero In Bagno (FC)
  • Dani Maison Ischia (NA)
  • Del Cambio Torino
  • Enrico Bartolini – Mudec Milano
  • Grand Hotel Royal e Golf Petit Royal Courmayeur (AO)
  • Harry’s Piccolo Restaurant & Bistro Trieste
  • Hotel Principe – Lux Lucis Forte Dei Marmi (LU)
  • Hyle San Giovanni In Fiore (CS)
  • Il Luogo Di Aimo e Nadia Milano
  • Il Pagliaccio Roma
  • Laite Sappada (UD)
  • L’albergo Della Regina
  • Isabella – Indaco Ischia (NA)
  • Pashà Conversano (BA)
  • Peter Brunel Arco (TN)
  • Piazzetta Milù Castellammare Di Stabia (NA)
  • Quadri Venezia
  • Quattro Passi Massa Lubrense (NA)
  • San Domenico Imola (BO)
  • Taverna Estia Bruciano (NA)
  • Venissa Venezia
  • Villa Crespi Orta San Giulio (NO)
  • Villa Maiella Guardiagrele (CH)
  • Villa Rospigliosi Atman Lamporecchio (PT)
  • Wicky’s Wicuisine Seafood Milano

Premi Speciali

La “Novità dell’Anno“, secondo L’Espresso è Dalla Gioconda di Davide Di Fabio a Gabicce Monte; “Premio Innovazione” per la cucina creativa, invece, per 28 Posti di Marco Ambrosino a Milano; “Miglior ristorante etnico” è  Gong Oriental Attitudine di Milano. “Pranzo dell’Anno” è La Tana Gourmet di Asiago (VI); “Performance dell’Anno” sono quelle di Hyle di San Giovanni in Fiore (CS) e Andreina di Loreto (AN).

“Chef dell’anno” è Fabrizia Meroi del Laite di Sappada, mentre “Giovane dell’Anno” è Giuseppe Molaro di Contaminazioni di Somma Vesuviana (NA). “Premio alla Carriera” a Lionello Cera di Antica Osteria di Campagna Lupia (VE); “Giovane Pizzaiolo dell’Anno” è Luca Doro di Doro Gourmet di Macerata Campania (CE).

La miglior Pasta dell’anno è quella di Cristiano Tomei, all’Imbuto di Lucca. Il miglior Riso è quello di Antonio Ziantoni di Zia. “Pasticceria dell’Anno” a Kevin Fejzullai – Harry’s Piccolo di Trieste. Per il per il Caffè dell’Anno si va al Tivoli di Cortina (BL).

Ci sono anche premi dedicati al vino e alla sala. Il “Sommelier dell’Anno” è Fabrizio Sartorato del ristorante Da Vittorio a Brusaporto, la “Migliore cantina d’Italia” è quella dell’Enoteca La Torre di Villa Laetitia a Roma. Il “Miglior servizio di sala” dell’anno è quello dell’Osteria Francescana di Modena, coordinato da Beppe Palmieri, mentre “Maître dell’Anno” è Mariella Organi della Madonnina del Pescatore di Senigallia.

Le migliori pizzerie

La guida Ristoranti e Vini de L’Espresso recensisce anche un centinaio di pizzerie. Spiccano i maestri che hanno ottenuto il premio “Pizza d’Oro”: Simone Padoan (I Tigli, di San Bonifacio), Gabriele Bonci (Pizzarium, di Roma), Enzo Coccia (La Notizia, di Napoli) e Franco Pepe (Pepe in Grani, di Caiazzo).

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati