Anche la prestigiosa maison francese Hermès ha scelto la Sicilia. Per alcuni giorni, nel mese di marzo, Gibellina diventerà set per promuovere la collezione “Hermès Silk“, una linea esclusiva di abbigliamento e accessori per donna e uomo.

Dopo una serie di sopralluoghi, il brand internazionale ha deciso di usare come palcoscenico le opere d’arte contemporanea di Gibellina. Gli shooting si svolgeranno all’interno dell’area urbana, ma anche presso il Cretto di Burri, realizzato sui resti dell’antico paese distrutto dal terremoto del 1968.

In passato anche Bottega Veneta e Yves Saint Laurent hanno scelto la cittadina del Trapanese.

Gibellina è il museo d’arte contemporanea all’aperto più grande d’Europa, con un ricco patrimonio di opere d’arte en plein air. “Grazie al suo prezioso ed importante patrimonio artistico, è diventata una città punto di riferimento per quelle aziende che vogliono promuovere la loro immagine attraverso l’eleganza e la bellezza”, commenta il sindaco Salvatore Sutera”.

A fronte dell’autorizzazione concessa alla casa di moda francese, il Comune riceverà la somma di 17.700 euro. La somma verrà destinata alla manutenzione di alcune opere d’arte che versano in uno stato precario e necessitano di interventi di restauro e conservazione.

All’importo versato da Hermès, se ne aggiungerà un altro, a carico del bilancio comunale. Sono stati infatti destinati 50mila euro per la manutenzione delle opere “Città di Tebe” di Pietro Consagra, “Doppio Spirale” di Paolo Schiavocampo, “Tensione” di Salvatore Messina, “Struttura sdraiata” di Salvatore Cuschera e le fontane realizzate da Cascella, Mustica e Venezia.