Nasce un nuovo polo per il turismo di lusso nel Ragusano.  A Ispica, a pochi chilometri da Ragusa, nasceranno un albergo diffuso a 5 stelle, due ristoranti e un centro benessere. La gestione sarà affidata ad un big del settore alberghiero del calibro di Hilton.Il progetto è stato messo nero su bianco da Invitalia e Ispica Srl con la firma di un contratto di sviluppo da 49,9 milioni di euro, di cui 17,5 concessi dall’Agenzia governativa per lo sviluppo.

Cuore dell’operazione è la realizzazione di un campo da golf a 18 buche per attrarre un target turistico di profilo elevato e con alte capacità di spesa.

Il progetto, spiega Invitalia, rappresenta un salto di qualità per le potenzialità attrattive e per l’offerta ricettiva del territorio ragusano, con ricadute significative anche in termini di occupazione: sono infatti 190 i nuovi posti di lavoro previsti.

“Questo investimento – afferma Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia – conferma l’attenzione che il governo rivolge allo sviluppo dell’offerta turistica, soprattutto nel Sud, dove le potenzialità di crescita sono molto elevate. Invitalia, attraverso un incentivo efficace e trasparente come il Contratto di sviluppo, favorisce le imprese che investono per migliorare i propri standard di ricettività e diventare competitive su scala internazionale. Questa iniziativa avrà, inoltre, un impatto molto positivo in termini di occupazione e potrebbe svolgere un ruolo di volano per lo sviluppo del territorio”.

Il progetto messo in campo a Ispica segue il trend positivo del turismo siciliano. I dati del 2017 parlano di 15 milioni di presenze nell’isola tra italiani e stranieri (un milione in più rispetto all’anno precedente) e 6.750 strutture ricettive sul territorio (+10% rispetto al 2016).

Sensibilmente in crescita il numero di strutture con stellaggio massimo (5 e oltre): +25,8% rispetto al 2016, pari a 39 esercizi e 8.032 posti letto. In provincia di Ragusa, sempre nel 2017, il numero di posti letto è cresciuto del 2% grazie all’apertura di 4 nuove strutture, mentre è rimasta costante l’offerta alberghiera rivolta alla clientela più selezionata: il territorio è dotato di 3 alberghi a 5 stelle per complessivi 495 posti letto.