ettaEtta Scollo nasce a Catania dove studia e consegue la maturità al liceo 
artistico.
A diciotto anni inizia gli studi universitari di Architettura a Torino che 
interrompe per dedicarsi interamente alla musica. 
Nel 1983 vince il primo premio al… "Diano Marina-Jazz festival" diretto dal 
compositore Giorgio Gaslini. Intanto segue un corso triennale di canto al 
conservatorio di Vienna.
Dal 1983 al 1987 a Vienna collabora sia discograficamente che in concerto con artisti quali il sassofonista Eddie Lockjaw Davis, Sunnyland Slim e Champion Jack Dupree, nello stesso periodo frequenta stage di canto con artisti come Bobby Mc Ferrin e Sheila Jordan. E’ di questi anni anche il suo successo nel panorama pop con la Cover di Oh Darling! Dai Beatles che la vede guadagnare per settimane il primo posto nella Hit Parade austriaca e riceve il disco d’oro.
Negli anni Novanta si trasferisce ad Amburgo, dove si dedica a nuovi generi 
musicali. Conduce sperimentazione con la musica contemporanea insieme al gruppo L'art pour l'Art (vedi Palimpsest di H.J. Hespos), scrive colonne sonore quali Come la pioggia per il film «Für immer und immer» di Hark Bohm e il brano I tuoi fiori per il film «Bad Guy» del regista coreano Kim Ki-Duk. Con le sue tourneè e i suoi Album Blu, Il bianco del tempo, (Orbit Rec.) e Casa (Mongebel) è oggi una delle artiste italiane più amate in Germania.
Etta Scollo vive attualmente tra Berlino e la Sicilia dove si dedica alla 
composizione e alla ricerca musicale nell'ambito della musica tradizionale. Per il suo lavoro dedicato a Rosa Balistreri, riassunto in un doppio CD-DVD 
intitolato Canta Rò (Soulfood), riceve il Premio RUTH 2007 e il Premio Rosa 
Balistreri-Alberto Favara VIII Ed. 2008. 
Nel 2007 partecipa insieme a Franco Scaldati ed Enrico Stassial recital La mia vita vorrei scriverla cantando – omaggio a Ignazio Buttitta, e porta in tournee Les Siciliens, spettacolo a metà tra sogno e realtà, storia e mito della sua isola di cui ha realizzato un album dal vivo. 
Nel 2008 realizza il progetto poetico-musicale dal titolo Il fiore splendente, 
omaggio ai poeti arabi che vissero e scrissero in Sicilia tra il IX e il XII 
sec., ispirato al libro Antologia dei poeti arabi di Sicilia a cura di 
Francesca M. Corrao (©2002, Mesogea by GEM srl). Questo progetto si arricchisce anche della preziosa collaborazione di artisti quali Franco Battiato, Giovanni Sollima, Markus Stockhausen e Nabil Salameh.
Nel 2009 partecipa nel ruolo principale di Elena alla rappresentazione 
musicale della tragedia Faust II, da Wolfgang Goethe, con musiche del 
compositore contemporaneo Karsten Gundermann, eseguita dall’Orchestra 
Filarmonica di Brema diretta da Alexander Shelley. 
Nello stesso anno Etta Scollo compone brani e rielabora le musiche originali 
di Verdi, per la messa in scena del Rigoletto in chiave contemporanea, per la 
Neu Köllner Oper di Berlino. 
Nel novembre 2010 Etta Scollo interpreterà il ruolo di Alice, nell'opera 
"Alice nel paese delle meraviglie" per il Teatro Massimo di Palermo. Nel 
frattempo lavora alla messa in scena di un prossimo spettacolo teatrale-
musicale ispirato alla novella Lunaria dello scrittore Vincenzo Consolo. 

Collegamento esterno

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ULlEDO3oIHU[/youtube]