beni-culturali-400x215Il ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo ha indetto un avviso pubblico per la selezione di 500 giovani laureati da formare per la durata di 12 mesi nelle attività di inventariazione e digitalizzazione del patrimonio culturale italiano, presso istituti e luoghi della cultura statali.

Per la Sicilia, il contingente regionale è di 20 unità, così suddivise: 12 posti nell’ambito disciplinare umanistico, 4 nell’informatico e 2 rispettivamente nel tecnico e gestionale.

Il programma formativo avrà una durata di 600 ore, per un’indennità lorda pari a 5mila euro, e sarà volto al triplice obiettivo di incrementare le competenze dei 500 giovani, realizzare percorsi turistico-culturali e favorire la creazione di start-up di imprese innovative nel campo del patrimonio culturale digitale.

Ogni candidato potrà concorrere per una sola regione e ambito disciplinare e dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti previsti da bando: non aver compiuto 35 anni di età al 9 agosto 2013, laurea/diploma di laurea conseguito con il voto minimo di 110/110, godimento di diritti civili e politici e assenza di condanne penali.

La formazione si articolerà in una prima fase di corso della durata di 2 mesi in cui saranno affrontate le tematiche afferenti al programma, integrato con visite presso i luoghi della cultura; i successivi 6 mesi saranno di formazione applicata svolta presso gli istituti territoriali del MiBACT; gli ultimi 4 mesi consisteranno in un training finalizzato all’integrazione delle risorse digitali in percorsi tematici fruibili sul web.

Le domande di partecipazione dovranno essere inoltrate, entro le ore 14.00 del 14 febbraio 2014, compilando il form online presente sulla pagina dedicata del sito ministeriale e allegando copia del proprio curriculum vitae.

I vincitori saranno individuati sulla base dei titoli dichiarati e attraverso un quiz a risposta multipla.

di Giovanni Corrao

Blog Sicilia