Sarebbe Lanzarote, isola dell'arcipelago spagnolo delle Canarie, la meta ideale per gli italiani che intendono lasciare il Belpaese per costruirsi un nuovo futuro altrove. Con zero tasse, benzina a 1 euro e un mare cristallino, ha già accolto quasi 30mila italiani, come racconta Libero.

I motivi per emigrare lì sarebbero, secondo il quotidiano, molteplici: clima sempre mite, tasse accessibili (aliquota al 20%, Iva al 7%), qualità della vita elevata e costo della vita molto agevole. L'assicurazione auto, ad esempio, costa il 70% in meno, la benzina è al di sotto dell'euro al litro e le cure dentistiche costano la metà rispetto all'Italia. Ovviamente, non bisogna pensare che sia tutto rose e fiori: il settore della ristorazione, ad esempio, è saturo. In generale, però, c'è chi si è trovato benissimo e rifarebbe subito la scelta.

Lasci un Paese in ginocchio – spiega Libero – e ti ritrovi su un' isola dove il comune denominatore è il sorriso. «Io l'ho ritrovato – svela Giorgio, 51 anni, di Genova – dopo due anni di depressione. Un amico mi ha chiamato per aiutarlo ad avviare un ristorante a Playa Blanca. È stata la mia salvezza. Pago un affitto che è un terzo di quello italiano, non ho bisogno dell' auto e mi sono dimenticato di cosa sia il riscaldamento».